Vendita design, presenta: Emilio Scanavino
Adam Goodrum
Anacleto Spazzapan
Emilio Scanavino
Ernesto Favaretti
Fabio Novembre
Felice Martinelli
Francois Azambourg
Fratelli Campana
Gaetano Pesce
Gaspare da Brescia
L. Santi e R. Galati
Lea Stein
Luigi Radici
M. Rotella M. Ferreri
Marcel Wanders
Marie Christine Pavone
Marre Moerel
Mimmo Paladino
Officina Temporanea
Roberto Orlandi
Selma Abdon Calheira
Vinicio Momoli
Emilio Scanavino
Emilio Scanavino

Genova, 28 febbraio 1922 – Milano, 28 novembre 1986.
Dopo un inizio figurativo la pittura di Emilio Scanavino assunse ben presto caratteristiche postcubiste, con le forme che si stilizzarono progressivamente sino a dissolversi del tutto nei primi anni '50.
Nel '54 nelle sue tele comincia ad affiorare quello che poi diventerà il suo segno caratteristico, vale a dire il nodo stilizzato che caratterizzerà tutta la sua produzione successiva. I lavori degli anni '50 sono considerati fra i suoi più belli, in quanto è possibile vedere in essi la genesi di quella trasposizione pittorica dell'interiorità con tutti i suoi tormenti, che rende inconfondibile la sua arte.
Nei suoi quadri più tardi degli anni '70 il "nodo" è perfettamente delineato e riconoscibile, declinato in inquietanti forme, talvolta minacciose e macchiate di rosso sangue. Sebbene Scanavino sia un artista di difficile collocazione in una specifica corrente, lo si puo' considerare un astrattista informale, vicino all'Espressionismo astratto e alla ricerca artistica di Hans Hartung e Georges Mathieu.



Galleria d'arte contemporanea

Zero Gallery Non Solo Arte
Via F.lli Galliari 6
24047 Treviglio (BG)
Tel. 0363 1970088
Fax 0363 1970233
P.IVA 03787420169


mappa